Buona la Prima! La Squadra sezionale trionfa a Verona

di Samuele Paredi

Quest’anno la stagione della squadra sezionale comincia in anticipo rispetto al solito con la partecipazione al 2° Memorial Lorenzo Modena organizzato ottimamente dai colleghi della sezione di Verona presso il centro sportivo Bottagisio, a pochi passi dalle rive dell’Adige.
Dopo due anni di allenamenti a 7, possiamo finalmente dimostrare il nostro valore in questa versione del gioco del calcio e pertanto vogliamo provare a conquistare il bottino pieno. I 15 convocati da Mister Della Pietra sono: Sebastiano, Bertin, Calligher, Paredi, Sgheiz, Sommaruga, Puzzonia, Pina, Caldera, Franco, Fumagalli, Bellasio, Piatti, Mauri e Borghini. Confermatissima come fotografa Debby Venturini, che insieme al Presidente Garganigo, al Vice Bianchi e al designatore Quadranti forma il gruppo che tiene alto il morale della squadra dagli spalti.
Al torneo sono presenti 8 sezioni: nel girone A si sfideranno i padroni di casa, Udine, Castelfranco Veneto e Cremona; noi invece nel girone B dovremo affrontare nell’ordine Schio, Vicenza e Trento. Nella prima partita impieghiamo pochi minuti a trovare i giusti automatismi: Fumagalli apre le marcature, poi Mauri, appena entrato conclude, nel migliore dei modi il contropiede condotto da Borghini e ci regala il 2-0, che riusciamo a difendere fino al termine dell’incontro.
Vicenza si dimostra invece molto più attrezzata e dobbiamo faticare parecchio per portare a casa i tre punti, nonostante il vantaggio trovato dopo pochi minuti su una fortunosa autorete: la punizione di Fumagalli viene respinta dalla barriera ma il pallone carambola su un avversario e si infila in rete. Due belle parate di Sebastiano e la traversa ci salvano dai tentativi avversari, a cui replichiamo con una conclusione di Paredi, sventata in angolo dalla grande parata dell’estremo difensore vicentino. Teniamo duro e manteniamo l’1-0.
Nell’ultima gara contro Trento siamo già sicuri del primato nel girone ma non vogliamo accontentarci e dopo pochi minuti siamo già sul 2-0 grazie alle reti di Puzzonia e Franco: il primo viene servito da una verticalizzazione di Calligher, il secondo sfrutta un lampo di grande calcio di Sgheiz che lo mette solo davanti al portiere. Un’incomprensione tra Sommaruga e Bellasio macchia la loro prova impeccabile fino a quel momento e permette agli avversari di accorciare le distanze. Caldera sembra in giornata negativa quando sbaglia un facile goal a pochi centimetri dalla porta sguarnita, ma si riscatta poco dopo con una splendida semirovesciata che fissa il risultato finale sul 3-1.
Dopo pranzo affrontiamo i padroni di casa di Verona in semifinale. Fumagalli sembra non soffrire il gran caldo che ci accompagna in tutta la giornata e mette in mostra tutto il suo repertorio: prima realizza di giustezza con un tiro all’angolino, poi sfonda la rete con una sassata dalla distanza. Purtroppo ci rilassiamo troppo e veniamo puniti su una disattenzione difensiva, ma recuperiamo subito la concentrazione e Capitan Piatti può ristabilire le distanze appoggiando in rete il suggerimento di Franco. Verona a questo punto prova il tutto per tutto mettendoci in grande difficoltà con il doppio attaccante, ma siamo noi a regalare la rete del 3-2 perdendo un banale pallone che si traduce in un contropiede a cui non riusciamo ad opporci. Dobbiamo soffrire ancora per qualche minuto ma non perdiamo la calma e ci qualifichiamo per la finalissima.
Nell’atto conclusivo troviamo i colleghi di Cremona, per un derby tutto lombardo. Partiamo con il piede giusto grazie ancora a Fumagalli, che trasforma il rigore concesso per un fallo su Puzzonia. Mister Della Pietra indovina nuovamente i cambi e Bertin raddoppia al primo pallone toccato nella partita. Gli avversari trovano il 2-1 con una velenosa punizione che chiude il primo tempo. Nella ripresa Fumagalli trova il momentaneo 3-1, che però dura ben poco, visto che caliamo di tensione e concediamo il contropiede avversario che porta al 3-2. È però Pina a mettere il punto esclamativo alla sua ottima prestazione ristabilendo le due reti di distanza. Non soffriamo più di tanto e al triplice fischio il 4-2 ci regala il primo trofeo stagionale, ottenuto grazie ad una prova di squadra veramente convincente.
Il prossimo appuntamento è per il 10 giugno, quando ci cimenteremo nel Futsal al torneo di Busto Arsizio.