STUDIO DELLA CIRCOLARE NUMERO 1

Alle porte del campionato, gli arbitri di seconda e terza si aggiornano
È stato il primo appuntamento ufficiale della stagione 2016-2017 (il raduno precampionato partirà infatti il 5 settembre da piazza atleti azzurri d’Italia alla volta di Sant’Agata Feltria) sotto la supervisione del neo presidente Matteo Garganigo. 
Convocati tutti gli arbitri di seconda e terza categoria, sono stati svolti i testi atletici diretti da Mattia Caldera al Coni di Como, prima di recarsi in sezione per una pizza in compagnia ed essere così pronti a conoscere nei dettagli i contenuti della Circolare numero 1. “Grazie per la vostra presenza e l’impegno che avete dimostrato durante le prove fisiche dei 40 metri e dello Yoyo - ha esordito Garganigo-: domenica inizia il vostro campionato e dobbiamo farci trovare pronti, applicando le nuove disposizioni Ifab che hanno tagliato 10.000 parole dal regolamento inglese e rivisto 16 regole su 17”. La lunga serata è quindi stata scandita dalle nuove specificazioni, alcune davvero epocali come la Dogso, altre meno innovative, ma altrettanto significative come il ritorno alla discrezionalità sull’ammonizione per fallo di mano, al calcio di inizio o alle nuove sanzioni tecniche in caso di finta sul calcio di rigore. “Siate pronti da subito perché dalla Serie A ai giovanissimi è richiesta da parte del Settore Tecnico l’uniformità tecnica, disciplinare e comportamentale verso situazioni oggettive - ha concluso Matteo -: ora il pallino del gioco passa alla vostra capacità di ricezione e solo chi più velocemente saprà adattarsi alle nuove disposizioni potrà aspirare al passaggio di categoria. In bocca al lupo a tutti i colleghi che per primi calcheranno i campi in questa nuova ed entusiasmante stagione sportiva”.


Nell’ultima foto, il collega Mauro Bargna che ci ha annunciato l’imminente matrimonio: un grossissimo in bocca al lupo da parte di tutta la Sezione comasca!