Seregno e Lodi: le ultime tappe del tour di tornei della Sezione di Como

L’ultimo appuntamento per la squadra sezionale è in un weekend molto impegnativo che ci ha visto disputare i tornei organizzati dalle Sezioni di Seregno e Lodi.


di Samuele Paredi


SEREGNO. Sabato a Verano Brianza facciamo il nostro esordio contro la Sezione di Milano con un 4-4-2 che vede schierati: Bellasio tra i pali, Sebastiano, Della Pietra, Farina, Sgheiz in difesa, Paredi, Franco, Piatti, Lo Monaco ed in attacco Accurso e Dell’Oca. Pronti a fornire il loro apporto dalla panchina quando richiesto da Mister Sgheiz, ci sono Papa, Vora e Sommaruga. La Sezione di Milano però fa subito valere il maggior affiatamento costringendoci ad una netta sconfitta per 2-0.
La seconda partita contro Legnano è pertanto valida solo per il secondo posto nel girone: il pranzo porta consiglio e Sgheiz ridisegna un 4-3-3 che si dimostra da subito molto efficace, tanto che sfioriamo a più riprese il gol del vantaggio. Purtroppo però la beffa è dietro l’angolo, e si realizza con il gol dell’1-0 per gli avversari. Gli assalti portati nel finale non portano a nulla e usciamo dal campo immeritatamente sconfitti.
Non c’è nemmeno il tempo per riposare, perché siamo subito impegnati nella finale per il 5°/6° posto contro Monza. La stanchezza si fa sentire e gli avversari siglano l’1-0 andando più e più volte vicini al raddoppio. Ma proprio quando sembra tutto pronto per la terza sconfitta giornaliera, Franco si procura un calcio di rigore, che realizza ingannando il portiere. La partita si decide quindi ai rigori: dopo le trasformazioni di Sgheiz, Paredi e Franco, è Della Pietra a siglare il rigore decisivo per il 4-2.
Il torneo viene vinto dai padroni di casa di Seregno, che superano in finale Milano per 2-1. Per noi, oltre al trofeo per il 5° posto, c’è anche la Coppa Disciplina, che il capitano Della Pietra ritira con orgoglio.


LODI. Domenica invece siamo impegnati a Montanaso Lombardo, dove ci presentiamo da campioni in carica, in un triangolare con i colleghi di Lodi e Crema. Mister Bianchi riprende il comando in panchina e conferma il 4-3-3 del giorno prima con alcuni cambi: Dalle al posto di Bellasio; Vora, Della Pietra, Moretti, Sgheiz nella linea difensiva; Franco, Paredi, Piatti al centro del campo ed Accurso, Dell’Oca e Lo Monaco per il tridente d’attacco. Lo stesso Mister è comunque pronto ad entrare in campo insieme a Monti, Sommaruga e Di Gaetano.
Esordiamo contro Crema che è già in condizione grazie alla partita appena svolta contro Lodi e ci causa diversi problemi, trovando ben presto il vantaggio. Nel finale del primo tempo un super Dalle compie il miracolo, respingendo il rigore del possibile 2-0 e mantenendoci in partita. Nella ripresa scendiamo in campo con ben altro spirito e già dopo pochi minuti Piatti e Accurso trovano la giusta intesa ma quest'ultimo è sfortunato e trova un incredibile doppio palo. Sembra finita, ma a pochi giri di lancetta dalla fine troviamo a sorpresa il gol dell’1-1, grazie ad un imperioso stacco di Bianchi su azione da calcio d’angolo.
La seconda sfida contro Lodi si apre ancora una volta con un gol al passivo nei primi minuti. Tuttavia troviamo il pareggio ancora con un’azione da palla ferma: Franco scodella in mezzo, Di Gaetano fa a sportellate con un avversario e cadendo riesce a servire Paredi che scarica un potente sinistro all’angolino. Il pareggio dura però solo pochi secondi e Lodi si riporta avanti per 2-1. La squadra comasca, sbilanciata in avanti alla ricerca del pareggio, subisce diversi contropiedi da cui scaturiscono tre gol che vanno a definire un immeritato 5-1.
Dopo pranzo ci risistemiamo con un 3-5-2 che però non ripaga nella seconda sfida contro Lodi. I padroni di casa vanno presto sul 3-0 e troviamo solo il gol della bandiera ancora con Bianchi, che però non rende meno amaro il 4-1 finale. Siamo chiamati alla prova d’orgoglio nell’ultima partita contro Crema e infatti passiamo in vantaggio grazie al gol di Dell’Oca. Tuttavia nella ripresa si fanno sentire le 7 partite in due giorni e cadiamo per 2-1.
Siamo pertanto terzi, ma lo smacco più grande per Della Pietra avviene alla premiazione, quando il “Condor” della sezione di Crema fa sfumare la vittoria dell’ambito “Premio Sorriso”, che il nostro capitano avrebbe di gran lunga meritato.
Per concludere, un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato a questa stagione della squadra sezionale e in particolare a Mister Andrea Bianchi, che purtroppo ha conquistato meno di quanto avrebbe meritato. Ora ci aspetta un meritato riposo in attesa di farci trovare pronti per la prossima stagione ed adesso ... sotto con la preparazione estiva!