CONVENZIONE PUNTO RUNNING

http://www.puntorunning.it/
Cari colleghi,
è con grande piacere che vi comunico che abbiamo ottenuto una convezione con il negozio Punto Running di via Castello, 13 a Vighizzolo (Cantù) per facilitarvi l’acquisto di uno strumento fondamentale per la nostra attività arbitrale, ossia le scarpe da corsa! Con questo specifico accordo e mostrando la propria tessera AIA, avrete la possibilità di acquistare dal Signor Ruggero scarpe da running con uno sconto del 15% sul listino esposto. Crediamo che questa sia un’ottima occasione per comprare un prodotto di qualità certificata, con una assistenza professionale nel campo dell’atletica e allo stesso tempo risparmiando sul prezzo. 
Vi invitiamo quindi a recarvi in negozio quando avrete la necessità di “cambiare le gomme alla vostra ferrari”!
Matteo Garganigo




I NOSTRI NAZIONALI

Il Presidente,il Consiglio Direttivo e  tutti gli Associati di Como  sono orgogliosi dei loro rappresentanti a livello nazionale:
Alessandro Di Graci raggiunge Andrea Colombo in CAN PRO e Mattia Caldera viene riconfermato in SERIE D.
Michele Piatti e Fabio Torri continuano la loro carriera in qualità di assistenti in serie D.
Soddisfazioni anche dal calcio a 5: vengono riconfermati nell'organico nazionale: Maurizio Francesco Franco, Silvia Volonterio e Giuseppe Parente!

Inoltre I complimenti vanno oggi al nostro Emilio Ostinelli, confermato per il secondo anno di fila nel ruolo di vice commissario CAN D.
Gli associati comaschi si uniscono anche alle congratulazioni per la conferma alla direzione del Comitato Regionale Arbitri Lombardo di Alessandro Pizzi. 

Un augurio a tutti per la nuova stagione!


L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio all'aperto

Immagine correlata




DI GRACI IN CAN PRO

CONGRATULAZIONI dal Presidente, dal Consiglio Direttivo e da tutti gli associati della sezione di Como al nostro collega e amico Alessandro Di Graci che oggi ottiene il passaggio in CAN PRO!

Quarto Posto al Torneo di Seregno

di Samuele Paredi

Il terzo impegno della Squadra Sezionale ci vede difendere il titolo conquistato 12 mesi prima nel Torneo organizzato dalla sezione di Seregno sul campo di Verano Brianza. Michele Piatti, per l’occasione allenatore oltre che capitano, può contare su numerosi colleghi: Sebastiano, Bertin, Calligher, Paredi, Farina, Sgheiz, Di Graci, Pina, Braga, Caldera, Accurso, Longoni, Sommaruga, Stile, Vora, Raineri e Lo Monaco.

L'immagine può contenere: 15 persone, tra cui Stefano GM Raineri, Mattia Sommaruga, Giovanni Lo Monaco e Eugenio Longoni, persone che sorridono, cielo e spazio all'apertoNel nostro girone, oltre ai padroni di casa, affrontiamo la sezione di Monza, mentre il girone B vede sfidarsi Lecco, Legnano e Saronno.
La prima partita è proprio contro Seregno, reduce da una roboante vittoria nel primo turno contro Monza. Ci servono dunque i tre punti, ma sono gli avversari a fare la partita, andando più volte vicini al vantaggio. Da parte nostra, l’unica conclusione degna di nota arriva dai piedi di Accurso, che però strozza troppo il tiro mettendo a lato. A pochi minuti dal termine, gli avversari trovano il vantaggio tra le proteste: l’azione parte in probabile fuorigioco e si conclude con un tiro bloccato a fatica, ma sulla linea di porta, da Sebastiano. Nello stupore generale l’assistente segnala la rete e il direttore di gara convalida. Non riusciamo ad imbastire una minima reazione e la partita si conclude con uno 0-1 che ci lascia l’amaro in bocca ma che tutto sommato gli avversari hanno ampiamente meritato.
L'immagine può contenere: 5 persone, tra cui Giovanni Lo Monaco e Mattia Sommaruga, persone che sorridono, persone in piediNel successivo incontro è Pina a sbloccare il risultato, procurandosi e segnando un netto calcio di rigore. Il resto dell’incontro si svolge prevalentemente a centrocampo senza grosse emozioni fino a quando Longoni lancia Accurso che una volta in area serve l’accorrente Di Graci, che deve solo appoggiare in rete il definitivo 2-0.
Dopo pranzo affrontiamo la sezione di Lecco per un “Derby del Lario” valido per il terzo posto. Anche in questo caso il gran caldo la fa da padrone, costringendo le squadre su ritmi blandi. Lecco trova però il vantaggio con un tiro dal limite che si infila a pochi centimetri dal palo. Serve però anche il raddoppio degli avversari per farci avere una reazione d’orgoglio: sul cross di Vora che attraversa tutta l’area di rigore, Accurso controlla e scarica un violento destro che ci fa accorciare le distanze. Con il morale a nostro favore ci spingiamo all’attacco e troviamo l’occasione per il pareggio, ma Di Graci da pochi passi e con la porta spalancata manda il pallone incredibilmente alle stelle. Nei minuti finali il gioco è molto spezzettato e non ci permette di avere ulteriori opportunità: chiudiamo quindi al quarto posto.
L'immagine può contenere: una o più persone, persone che praticano sport e spazio all'apertoPrima di passare il testimone ai colleghi di Legnano, vincitori ai tiri di rigore su Seregno, conserviamo almeno un riconoscimento personale: Andrea Pina succede infatti a Leonardo Accurso come miglior giocatore della manifestazione.


Domenica 1 Luglio saremo impegnati nella Polenta Cup organizzata dalla Sezione di Sondrio: prima delle meritate vacanze, serve ancora un ultimo sforzo!

LA COMPAGNIA DELL'AIA COMO: IL TREKKING SUL LAGO

Sabato 16 e domenica 17 giugno si è svolta la prima uscita di trekking della sezione AIA di Como. Nella cornice magnifica del lago di Como e delle montagne che lo circondano gli associati hanno condiviso un’esperienza unica di cammino insieme per due giorni per un totale di 42km.


Il ritrovo in sezione nella mattinata di sabato ha visto come partecipanti Deborah Venturini, Isabella Danci, Matteo Garganigo, Andrea Bianchi, Edoardo Quadranti, Maurizio Franco, Michele Piatti, Stefano Della Pietra, Marco Borghini, Stefano Raineri Samuele Paredi,  Fabio Bicocchi, Edoardo Bertin, Mattia Sommaruga, Kevin Marelli, Claudio Citterio e la presenza della graditissima ospite Eleonora Cappello della sezione di Milano.
Con la regia di Edoardo e capitanati dal sempre pimpante presidente Matteo si è raggiunta la panoramica Brunate tramite i mezzi pubblici per intraprendere il viaggio del primo giorno, 25 km con un dislivello di circa 1.400 metri. Fin da subito Deborah ha imposto un passo molto competitivo che già sulle prime rampe del Bollettone metteva in crisi Mister Della Pietra, stranamente in una giornata storta. Senza nemmeno accorgersi dei chilometri macinati sotto le scarpe si è scalati nell’ordine Bolletto, Bollettone, Palanzone e la colma di Sormano. Fra risate, scherzi e argomenti seri, compreso il regolamento del gioco del calcio, si è giunti al rifugio Alpetto di Torno dove una cena sostanziosa e conviviale ha coronato una prima giornata magnifica.
Dopo cena, il maestro Andrea, depositario e incarnazione del regolamento del gioco delle carte, ha voluto sfidare i colleghi in numerosi mani di scopa d’assi e briscola chiamata, raggiungendo ben magri risultati con pesanti sconfitte e sfottò da parte dei presenti.
Il secondo giorno vedeva come prima tappa l’ascesa al Monte San Primo (Q1686) dove il panorama spaziava dal Lario sponda comasca a quella lecchese passando per Bellagio. Dopo la dovuta foto di rito si scendeva in picchiata al rifugio Martina dove diversi colleghi, capitanati dai mai sazi Michele e Marco, non hanno potuto sottrarsi agli “assaggi” della famosa polenta.
Il percorso si è poi snodato in continua discesa fino a Bellagio dove i primi ad arrivare, Maurizio ed Eleonora, hanno avuto la brillante idea di rigenerare le fatiche del weekend con un tuffo nel lago. Riunita la comitiva giunta dopo un lungo percorso giornaliero di  17 km, il weekend si è concluso col rientro in battello, da bravi turisti, a Como e al punto di partenza, la nostra amata sezione.
I ringraziamenti vanno a tutti i partecipanti: alle ragazze che ci hanno omaggiato della loro sempre apprezzata presenza anche in un evento di elevato impegno fisico e ai colleghi che si sono prestati a questo esperimento associativo divertente ed unico nel suo genere.
Dei complimenti speciali vanno a Isabella, la più piccola del gruppo e sempre piena di entusiasmo ed energie, al presidente Matteo senza il quale non esisterebbe il nostro gruppo, ai “papà” Stefano e Marco che hanno accudito con bastone e carota i più giovani scalmanati, a nonno Andrea che sempre ci regala perle di rara saggezza, ad Eleonora che si è unita a noi creando un gruppo intersezionale e ad Edoardo organizzatore dell’evento .

Alla prossima!

NUOVO SUCCESSO PER LA SQUADRA SEZIONALE

La Squadra Sezionale scende in campo a Villa Cortese nel classico torneo “Busto a 5” con il duplice obiettivo di confermare la vittoria di Verona e sfatare la maledizione che ci ha visto collezionare ben poche soddisfazioni nelle ultime edizioni di questa competizione. La formula di quest’anno prevede un unico girone all’italiana, e andremo quindi ad affrontare tutte le altre nove squadre iscritte. Le scelte di Mister Della Pietra sono: Bonetto, Bertin, Borghini, Paredi, Farina, Puzzonia, Pina, Caldera, Fumagalli e Piatti.


La prima partita ci vede affrontare Genova: la squadra ligure è molto ben attrezzata e ci mette in difficoltà per lunghi tratti dell’incontro, tanto che Bonetto deve dimostrare subito il suo valore con un paio di parate. Quando tutto lascia pensare allo 0-0 finale, Paredi pesca con un lancio millimetrico Pina, che controlla di petto e scarica in rete. Con la formazione della Lanterna proiettata in avanti alla ricerca del disperato pareggio, è ancora Pina a trovare il raddoppio con un contropiede negli ultimi secondi.
Non c’è tempo per riposare: siamo infatti subito impegnati contro Seregno. La partenza è ottima, con Fumagalli che apre le marcature dopo pochissimi minuti. La partita è però viva e veniamo presto raggiunti sull’1-1. Come nella precedente partita sono gli ultimi minuti a fare la differenza: Pina e Fumagalli realizzano le due reti che ci regalano il 3-1 finale.
Contro i padroni di casa di Busto è Puzzonia a trovare la rete dell’1-0 servito da Farina, poi Pina raddoppia su suggerimento di Borghini e gestiamo con relativa tranquillità il risultato, conquistando altri tre punti.
Anche la successiva partita contro Gallarate sembra mettersi bene: dopo nemmeno 60 secondi Fumagalli ha già segnato due volte. Come spesso capitato in passato però, ci rilassiamo e subiamo il ritorno degli avversari che rischiano di accorciare: una grande parata di Bonetto e il salvataggio sulla linea di Paredi evitano il 2-1, che però è solo rinviato di pochi minuti. Con un solo gol di vantaggio cresce la tensione, ma riusciamo ancora una volta a raggiungere la vittoria.
Nell’ultima partita del mattino sfidiamo la formazione All Stars, composta da colleghi di tutte le sezioni partecipanti. Fumagalli apre con una tripletta, poi un Caldera fino a quel momento abulico si sblocca per il momentaneo 4-0. Sul registro dei marcatori si iscrivono Bertin, Farina, Pina e Piatti, oltre alla doppietta di Caldera, che dimostra di aver finalmente ingranato le marce più alte. Arriviamo quindi alla pausa per il pranzo con il bottino pieno, ma con un vantaggio di soli 3 punti su Genova e Legnano.
Alla ripresa nel pomeriggio ci aspettano i colleghi di Varese, che con i loro veloci contropiedi vanno più volte vicini al vantaggio. È invece Fumagalli a trovare l’1-0, raddoppiato nel finale dal tiro libero di Pina.
La successiva sfida contro Legnano è decisiva. Caldera da posizione defilata trova l’angolo più lontano aprendo le danze con un gol tanto bello quanto importante, che però viene subito vanificato dal pareggio degli avversari. Ad un minuto dal termine ecco la sliding door dell’incontro e forse dell’intero torneo: l’attaccante legnanese si libera in area e scarica il pallone alle spalle di Bonetto. Secondo il direttore di gara però lo fa commettendo fallo su Paredi: è il sesto fallo e possiamo quindi sfruttare il tiro libero, che Pina realizza regalandoci il 2-1. Un altro tiro libero di Fumagalli fissa il risultato finale sul 3-1.
Nella successiva partita contro La Spezia, Fumagalli sigla l’1-0 che amministriamo fino al triplice fischio: è un risultato importantissimo, che ci regala matematicamente il torneo con un turno di anticipo.
Contro Saronno vogliamo concludere al meglio la nostra giornata e mantenere viva la statistica che ci vede sempre vittoriosi con Piatti capitano, ma passiamo in svantaggio. Recuperata la calma, ribaltiamo il risultato con Pina, due volte Fumagalli e Caldera. Negli ultimi secondi Fumagalli realizza il gol del 5-1 (il 13esimo in sole 9 partite), che gli regala il premio di Capocannoniere del torneo.

Dopo oltre dieci anni dall’ultimo successo in questa manifestazione, Mister Della Pietra e Capitan Piatti possono così tornare ad alzare la coppa dei vincitori. Dopo aver trionfato nel calcio a 7 e a 5, proveremo a conquistare il nostro Triplete con il torneo a 11 di Sabato 23 organizzato dai colleghi di Seregno.

FESTIVAL DELLO SPORT 2018


L'AIA Como sarà presente in occasione della seconda edizione del FESTIVAL DELLO SPORT, affiancata da tante altre associazioni sportive.

La manifestazione si terrà presso il comune di Lipomo(CO), dalle ore 14.00 alle ore 19.00.
Siete tutti invitati al nostro stand, solo per un saluto o per passare una giornata in compagnia e condividere insieme agli altri la nostra grande passione!